Il film

NASCONO I FIORI
Regia Mauro Bartoli, Produzione Lab Film

Italia, 2016, documentario, 40 minuti

Nell’aprile del 1986 l’esplosione della Centrale di Chernobyl libera una gigantesca nube di vapori radioattivi, che contamina una vasta zona della Bielorussia.

A causa delle radiazioni vengono abbandonati paesi, città, campagne; le case sono abbattute e interrate. Nelle zone dove abitano gli sfollati, la radioattività è maggiore: sono le persone, i vestiti che indossano, gli oggetti che hanno portato con se. Ogni cosa è contaminata.

IMG_0953
All’inizio degli anni ’90, con l’indipendenza della Repubblica Bielorussa, si inizia un programma di scambio internazionale, per consentire ai bambini e alle bambine che vivono nelle zone contaminate di trascorre un po’ di tempo lontano dalle radiazioni, per disintossicarsi.

IMG_1195
Si attivano progetti con diversi paesi europei. L’Italia si mobilita, e le associazioni italiane diventano il punto di riferimento per la Bielorussia. Ogni anno migliaia bambini e bambine bielorussi vengono ospitati da famiglie italiane.

Dall’inizio degli anni ’90 ad oggi, sono stati realizzati oltre 500.000 progetti di scambio internazionale tra Italia e Bielorussia. Oggi l’italiano è la seconda lingua per diffusione in Bielorussia, ed è conosciuta da oltre 400.000 giovani bielorussi.

Il film racconta questo straordinario rapporto di collaborazione che si è instaurato tra i due paesi, attraverso la storia di alcune persone che hanno vissuto, e vivono, “tra l’Italia e la Bielorussia”.

Una bella storia, perché anche nelle zone più impervie nascono i fiori…

Annunci

3 pensieri su “Il film

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...